mercoledì 20 agosto 2014

Reporter USA decapitato dall'ISIS come ritorsione ai raid aerei

ISIS

James Floey, reporter americano, “paga con la testa” per i raid americani in Iraq: decapitato dai militanti Jihaidisti dell’ISIS

Ancora non si hanno certezze assolute sulla autenticità del video diffuso in rete dai militanti jihaidisti dell’ISIS che mostrano James Floey, un reporter americano rapito nel 2012 in Siriadecapitato in una imprecisata zona del deserto siriano, ma sicuramente la notizia, se confermata ufficialmente, non mancherà di avere forti ripercussioni sulla situazione in atto in Medio Oriente. Il video mostreJames Floey in ginocchio, vestito con una divisa arancione come quelle usate a Guantanamo, accanto ad un guerrigliero mascherato che impugna un coltello.
html>