venerdì 22 agosto 2014

Ma è vero che se lo dice la tivvù è veramente vero?

Decapitato nel deserto siriano da un guerrigliero jihaidista vestito di nero e dall'accento fortemente londinese

Questa agghiacciante notizia ha fatto immediatamente il giro del web, come non avrebbe potuto? L'impatto emotivo di quell'uomo in ginocchio in attesa di un'orribile morte dopo due anni di reclusione come vittima di un rapimento non poteva che essere immediato. La scena dell'esecuzione è stata ripresa e riversata su YouTube, il canale di video sharing di Google il tempo necessario per essere vista da tutti mentre, con “tattica” prudenza, le autorità americane mantenevano una certa riserva sull'autenticità del video stesso. Motivo della rimozione dal canale? “Potrebbe turbare la sensibilità di qualcuno”. Bene, qualcosa non quadra però perché, digitando su YouTube la parola“decapitazione il completamento automatico della piattaforma ci presenta un sostanzioso elenco di atrocità di vario genere, basta solo avere lo stomaco di guardarle.
Un paio di giorni dopo, le stesse autorità statunitensi hanno invece confermato che il video è autentico, ma ci sono più voci che sostengono l'esatto contrario, ossia che si tratti di un fake appositamente studiato a fini propagandistici con una serie di riferimenti puntuali che sono del tutto plausibili, ma... il video è stato rimosso quindi, a noi poveri fruitori della rete non rimane che il dubbio creando l'eterno contrapporsi tra complottisti e anti-complottisti.
Lo stesso Papa si è sentito nel dovere morale di rivolgersi alla famiglia di James Foley, il cronista decapitato fino a prova contraria, per esprimere la propria personale solidarietà e quella del mondo cattolico. La stampa italiana, parimenti, diffonde la notizia come assolutamente sicura e solo alcuni giornali hanno osato mettere quanto meno in dubbio il fatto che il video sia del tutto autentico come nell'articolo del 20 agostodel Secolo XIX.
Intanto però da Obama a Cameron passando dalla Mogherini al Papa questa decapitazione ha assunto le caratteristiche di un assioma assoluto.
Siria, 28 giugno 2013: “Una fonte cattolica locale ad AsiaNews sostiene che non vi sarebbero prove dell'avvenuta decapitazione perché non ci sono religiosi francesi nella zona”. La Custodia di Terra Santa smentisce l'esecuzione (seguire il link per leggere la fonte).
E' evidente che senza riscontri oggettivi tutto rimane nel campo delle supposizioni, ci saranno quelli pro e quelli contro, ma resta comunque un dubbio in sospeso, quello “lodato” da Bertolt Brecht che pare venga sempre più associato all'eresia che all'intelligenza, ma... è vero che se lo dice la tivvù è veramente vero?
html>