venerdì 20 giugno 2014

Massimo Bossetti e il caso Yara Gambirasio, ricerca della verità o evento mediatico

Il caso di Yara Gambirasio e il fermo del presunto assassino, Massimo Bossetti, pongono degli interrogativi sul ruolo dell’informazione

Con il fermo di Massimo Bossetti sembrava che le indagini sulla morte di Yara Gambirasio fossero finalmente giunte ad una svolta decisiva, ci sarebbero le analisi del DNA ritrovate sugli indumenti della giovane ad inchiodare il sospettato, ma ecco che il castello accusatorio comincia a mostrare le prime crepe: dopo due giorni di silenzio Bossetti, davanti al gip di Bergamo, si dichiara innocente e afferma di non sapersi spiegare la ragione per la quale le sue tracce biologiche siano state ritrovate sul corpo della piccola Yara
html>