domenica 21 settembre 2014

La propaganda dell'Isis sbarca nel mondo dell'intrattenimento digitale (video)

Isis_game

Il lato “nerd” del Califfato islamico, ecco il trailer del video game prodotto dall'Isis che circola su YouTube

Quando pensiamo all'Isis la prima immagine che ci viene in mente è quella che conosciamo più di tutte: un uomo in tuta arancione inginocchiato accanto a un guerrigliero tutto vestito di nero che brandisce minacciosamente un coltello e un deserto che fa da retroscena. Un quadro così essenziale nella sua drammaticità: un uomo ancora vivo che parla nel deserto consapevole della morte imminente. E' del tutto alieno al nostro quotidiano. Dietro quell'uomo nero è facile immaginare un'orda di fanatici armati pronti a distruggere la nostra opulenza occidentale, donne velate dal chador e tristi bambini scalzi che studiano il corano.
Bene, forse allora vedere il trailer del video game prodotto dall'Isis ci farà cambiare, quantomeno, un certo punto di vista. Il video si ispira al famoso gioco “Grand Theft  Auto”: furti d'auto, fughe e sparatorie sono al centro di questo popolarissimo action video game ed è così anche per quello diffuso su YouTube dal Califfato islamico unica differenza la colonna sonora  che riproduce alcuni clip di nasheeds brevi poemi in versi di carattere religioso.

Il video, accompagnato da un commento in arabo dove si fa riferimento alle forze iraniane o filo-iraniane inizia con l'immagine di un civile che, sotto la minaccia di un mitra, fa scendere un poliziotto dalla propria auto e lo giustizia sul posto e prosegue con un'attentato esplosivo ad un non ben precisato convoglio ed un'assalto armato ad un gruppo di fuoristrada. Termina con l'uccisione di un militare a guardia di un edificio, si suppone un'ambasciata o qualcosa di simile. Non c'è bisogno di trarre conclusioni, le immagini parlano da sole, ma prima di criticare a spada tratta ricordiamo che è la copia, o parodia o come la vogliamo chiamare di un gioco prodotto in Occidente
html>